News

È tutto pronto per iniziare un nuovo anno insieme

È tutto pronto per iniziare un nuovo anno insieme. Siamo rientrati più entusiasti ed energici di prima. In cantiere ci sono attività straordinarie. Le avete dimenticate??? Facciamo un breve ripasso insieme.

Tutti i ragazzi tra i 14 e i 18 anni, di qualsiasi nazionalità essi siano, hanno la possibilità IMPERDIBILE di partecipare GRATUITAMENTE ai vari laboratori proposti nell’ambito del progetto “L’Arca dei giovani parte dal Mediterraneo”. Da quello musicale al laboratorio umanistico, da quello di comunicazione multimediale al laboratorio umanistico di narrazione e didattica complementare si potranno trascorrere momenti di incontro e di apprendimento divertenti e utili al fine di contribuire a perfezionare la propria formazione.

Tutti i dettagli sui laboratori sono leggibili sui box presenti nell’home page di questo sito e sempre qui potrete scaricare la scheda d’iscrizione inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Non mi dite che non siete incuriositi a sperimentare nuove forme di integrazione sociale attraverso l’uso delle arti visive e dei linguaggi cinematografici, di conoscere nuove tecnologie, di accostarsi alle materie letterarie in maniera differente dal metodo tradizionale e di esplorare vari generi musicali? E allora forza, cosa state aspettando…

“L’arca dei giovani parte dal Mediterraneo” (progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Dipartimento della Gioventù - Servizio Civile Nazionale) offre un’imperdibile occasione di scambio e confronto. Non fatevela scappare!

 

 

Culture senza frontiere. Tre serate all'insegna della condivisione di saperi e sapori

Si è svolta nei giorni 2-3-4 luglio presso l’atrio della Mediateca delle Officine Cantelmo, a Lecce, la rassegna “Culture senza frontiere. Assaggi, danze, fedi, musiche e poesie” organizzata dall’Associazione Orientaventi, patrocinata dal Comune di Lecce; in collaborazione con l’Arcidiocesi di Lecce, Ufficio per il Dialogo; la Biblioteca Interculturale del Salento; il Comune di Lecce, Assessorato alle Politiche Giovanili; la Cooperativa cine teatro DB D’Essai; la Cooperativa sociale Nuova Siloe; la Giovane Orchestra del Salento; L’Arca dei giovani; la Libreria Le Fanfaluche; le Officine Cantelmo; Noi Salento, Associazione Cultura Islamica; la Parrocchia cattolica di rito bizantino San Nicola di Mira.

Durante le tre serate, i partecipanti hanno potuto conoscere le diversità dei popoli presenti sul territorio che hanno partecipato attivamente alla manifestazione iniziata giovedì 2 luglio nella Chiesa Greca dove si è tenuto un interessante dibattito sulle  tre fedi. Il tema infatti era “le tre religioni monoteistiche si incontrano sull’esperienza del Dio misericordioso” che è stato introdotto da Francesco Paolo Monaco, presidente dell’Ass. Orientaventi, e poi moderato da Massimo Vergari, delegato diocesano per l’Ufficio per il dialogo, che ha presentato gli interventi del prof. Carlo Alberto Augieri, Università del Salento, come voce cristiana; Furio Aahron Biagini, Università del Salento, voce ebraica, e Saiffedine Maaroufi, imam comunità islamica di Lecce, voce islamica. La serata è proceduta nell’atrio della Mediateca delle Officine Cantelmo dove sono stati inaugurati gli stand gastronomici multiculturali.

Sin dal primo appuntamento abbiamo riscontrato un’ottima presenza di pubblico che è accorsa numerosa anche nella seconda serata, il 3 luglio, che ha potuto assistere all’esibizione musicale del gruppo “Tukrè” composto dai musicisti africani Meissa Ndaje dal Senegal e Somie Murigu dal Kenia insieme ai salentini Claudio Prima, Morris Pellizzari e Giuseppe Spedicato. Il gruppo che prende il nome da una delle principali etnie dell’Africa centrale fonde con ricercatezza e originalità, le proprie sonorità con i testi in dialetto salentino ha letteralmente incantato gli spettatori coinvolgendoli spesso nel ritmo entusiasmante. Insieme a loro, un ospite d’eccezione, il sassofonista Emanuele Coluccia, che ha arricchito le sonorità dei Tukrè.

Nella serata conclusiva del 4 luglio le danze etniche sono state le protagoniste dell’ultimo appuntamento di “Culture senza frontiere”. Anna Maria D’Antona e il suo gruppo di danzatrici ci hanno fatto fare il giro del mondo attraverso musiche bellissime ricche di sonorità diverse. Anche durante questa serata si sono esibiti alcuni membri della Giovane Orchestra del Salento ed erano presenti gli stand gastronomici dove si è potuto assaggiare prelibatezze africane, cubane, indopachistane, magrebine e salentine.

In quest’ultimo incontro sono stati nominati i vincitori del concorso di poesia “La poesia dell’Altro” che sono stati premiati dai membri della giuria di commissione composta da Paola Bisconti (blogger), Enrico Romano (poeta e architetto), Mauro Marino (scrittore), Maria Luisa Petruccelli (consulente filosofica), Rita Rucco (professoressa).

 

Durante le tre serate uno stand espositivo gestito dai promotori de “L’Arca dei giovani parte dal Mediterraneo” ha esposto gli obiettivi e le procedure d’iscrizione al progetto che ha avuto inizio a febbraio scorso, inoltre, gli operatori della Cooperativa Nuova Siloe hanno svolto dei laboratori di animazione rivolti ai più piccoli impiegando dei libri gentilmente messi a disposizione dalla Libreria Le Fanfaluche che ha partecipato alla manifestazione insieme alla Biblioteca Interculturale del Salento. La Libreria Le Fanfaluche e la casa editrice Modu Modu hanno anche donato dei testi al vincitore della categoria “Bambini” del concorso di poesia.  Mentre per la categoria giovani e over 25 i premi sono stati offerti dal Gruppo Vestas e Caffè Quarta. La conduzione delle tre serate è stata affidata alla bravissima Sandra Stefanizzi.

Presentazione progetto “L’arca dei giovani parte dal Mediterraneo”

Il 24 febbraio, nella sala giunta del Comune di Lecce, con i saluti iniziali dell’assessore Carmen Tessitore, è stato presentato, il progetto “L’arca dei giovani parte dal Mediterraneo” rivolto ai ragazzi e alle ragazze tra i 14 e i 18 anni di età, di qualsiasi nazionalità residenti a Lecce e in provincia. Le attività finanziate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Dipartimento della Gioventù e del servizio civile nazionale saranno curate dalla cooperativa Nuova Siloe, Commedia e Manigold che in collaborazione con i partner Noi Salento, Orientaventi, Parrocchia Chiesa Greca e le scuole Ist. Tecn. G. Deledda, Ist. Galateo, Ist. Stomeo-Zimbalo e l’Ist. Tecn. Comm. A. Olivetti, avvieranno una serie di laboratori complementari alle attività scolastiche ordinarie con lo scopo di sviluppare una migliore conoscenza di sé, delle proprie abilità, del modo di intendere le relazioni al fine di favorire e facilitare l’integrazione sociale e la multiculturalità. L’adesione è aperta a tutte le scuole interessate al progetto. Per accedere alle attività occorre iscriversi al bando scaricando la domanda che dev’essere poi inviata all’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. compilata in tutte le sue parti e scansionata.