Laboratorio multimediale

Che la nuova generazione abbia dimestichezza con la tecnologia è un dato di fatto.  Spesso però la loro scaltrezza non soddisfa la miriade di azioni che si potrebbero fare con un pc. Fondamentale è poi insegnare ai ragazzi a farne un uso appropriato e quanto mai consono dello strumento che può rivelarsi spesso pericoloso. Dall’esigenza di creare un giusto approccio con gli strumenti tecnologici, nasce l’idea di offrire ai giovani la possibilità di imparare ad utilizzare la moltitudine di programmi multimediali che ci consentono di realizzare una vasta gamma di lavori.

Imparare a creare un blog, un sito o altro ancora è una grande occasione che alcuni studenti hanno saputo cogliere. Federica è molto dolce, sa come stimolare i partecipanti e gli propone di realizzare insieme un flyer. Un po’ di teoria e una delucidazione su quelli che sono gli scopi del progetto e il lavoro ha inizio.

Soffermarsi su parole chiave come “multimediale” consente non solo di comprenderne il significato ossia comunicare contemporaneamente con più strumenti, ma anche avere la possibilità di interagire con l’Altro proprio come vuole consentirci di fare l’iniziativa “L’Arca dei giovani”.

Federica parte dagli strumenti che ha a disposizione, il proprio sito è un buon inizio, un modo anche per dare loro l’opportunità di approfondire alcune informazioni o dettagli che magari avevano trascurato.

Dall’importanza del logo e dei suoi colori fino al testo descrittivo, l’incontro è permeato da una serie di nozioni molto importanti. I ragazzi partecipano, sono scaltri e anche il loro linguaggio è vasto. Conoscono termini tecnici dimostrando una certa preparazione nel settore nonostante la loro giovane età. Poi si calano nei panni di colui che deve realizzare un lavoro commissionato da qualcuno che ha esigenze specifiche e che affida alla loro professionalità, la buona riuscita del progetto.

 

Il coinvolgimento e la concentrazione è totale, si ha l’impressione di trovarsi in uno studio di esperti professionisti eppure siamo negli spazi della Chiesa Greca, in pieno centro storico, dove il passato si fonde sapientemente con un presente più tecnologico che mai!