Chiesa Greca di Lecce, il luogo in cui storia e religione si fondono

Sorge nel centro storico di Lecce la Chiesa di San Niccolò dei Greci nota come chiesa greca dove si svolgono funzioni di rito bizantino. Questa struttura di antiche origini oltre ad essere la parrocchia della comunità arbëreshe residente a Lecce e ad essere legata all'Eparchia di Lungro degli Italo-Albanesi, ospiterà alcuni degli incontri rivolti ai giovani partecipanti al progetto “L’Arca dei giovani”, progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Dipartimento della Gioventù - Servizio Civile Nazionale.

Ciò favorirà l’integrazione tanto auspicata e consentirà di conoscere una straordinaria realtà felicemente operante nella nostra città. La chiesa  greca la cui costruzione risale al periodo degli insediamenti bizantini dell'Italia meridionale riedificata poi per volere dei mercanti epiroti albanesi che risiedevano in città. Con l’incentivarsi di presenze del popolo albanese in Italia costretto a fuggire dalle persecuzioni turche sorsero in particolare nel Sud del Paese, nuove comunità che iniziarono a frequentare la chiesa per poter pregare.

La chiesa progettata dai quattro architetti leccesi Francesco Palma, Lazzaro Marsione, Lazzaro Lombardo e Vincenzo Carrozzo, esternamente si presenta con un prospetto semplice ed essenziale mentre all’interno è costituito da un’unica navata rettangolare con copertura a volta, qui si notano alcuni caratteri architettonici della liturgia orientale come l'altare che presenta due mense laterali e il diaconicon.

 

La struttura conserva antiche icone particolarmente affascinanti in cui sono ritratte le quattro tavole a fondo d'oro della Vergine col Bambino; San Giovanni Battista e San Nicola di Myra inoltre si notano gli Arcangeli Michele e Gabriele ma si possono ammirare anche gli Apostoli e alcune scene ritraenti i fatti della Vita di Cristo. Completano l'arredo artistico della chiesa il Cristo Morto e Santo Spiridione di Trimitonte, dipinto nel 1775 da papàs Demetrio Bogdano (Dhimitër Bogdani), albanese di Corfù.